di Monica Ferrigno e Carlo Dameno.
Puoi vedere i nostri progetti nel sito WWW.ILDOPPIOSEGNO.COM

giovedì 29 novembre 2012

Samsung Young Design Award






Stefania Solari, collaboratrice de ildoppiosegno design studio seconda al Samsung Young design award 2012 con il progetto Wowindow un’interfaccia per auto  che usa display amoled per una comunicazione interattiva tra interno ed esterno dell’abitacolo.
I progetti in mostra a Milano al Museo della Scienza e della Tecnologia . Il tema di quest’anno, “Electronics for Urban Mobility”.
Anche su domus

mercoledì 28 novembre 2012

grazie..


Grazie a tutti per aver partecipato alla mostra di Daniela Saponaro, che con le sue opere ha affascinato i presenti all'interno del nostro studio.  
Alla prossima

Paola

martedì 27 novembre 2012

serate in musica


 “Il Barocco tra poesia e musica: la rinascita di Orfeo” è il titolo della seconda serata, in programma giovedì 29. Sarà una lezione sui madrigali, partendo dalla lettura dei testi del Petrarca, i preferiti nel ‘500, seguendo un percorso che, attraverso l’ascolto di diversi brani, farà apprezzare il mutare dell’espressività col cambiare dei testi: dal Petrarca e il Tasso, passando per il Marino per arrivare fino al Guarini e al Monteverdi, nel ‘600. 
Obiettivo: capire come si ascolta un madrigale, cominciando a conoscere gli strumenti tipici di questa musica popolare, dalle sonorità molto particolari.

D.D.

martedì 20 novembre 2012

Fuoco terra e aria



Fuocoterraria       Daniela Saponaro in mostra

In contemporanea con l’evento parigino che vede lo showroom di Poltrona Frau ospitare le sculture di Daniela Saponaro, Ildoppiosegno propone una personale dell’artista con una selezione di opere realizzate in ceramica,secondo le tecniche di raku, bucchero, pitfire.
Un’opportunità per esperire in maniera tangibile e sinestetica un fare artistico permeato di energia:  fisico, spirituale, concettuale.
La fusione di elementi essenziali di natura e di vita è protagonista di un  processo generativo in cui si assiste  ad una progressiva aggregazione di ciò  che, Empedocle, definisce rizomi, radici determinanti lo stato di tutte le cose.
L’ “essere” si dà  in una dimensione plastica di trasformazione continua.
Le opere di Daniela conciliano immanente e trascendente attraversando gli stati e gli strati della materia .
Materia, fisicità, gestualità concorrono a generare una potenza creativa, ri-creativa.
Una sorta di magma pulsante rimane la sostanza costitutiva di superfici dense, energetiche, agitate; mai pacificate dall’essere iscritte in forme.
L’oggetto,  che di volta in volta assume le sembianze di un vaso, una ciotola, una placca, una suggestione, non è, in nessun caso, frutto di costrizione formale, ma è forma rilevante di ciò che l’ha generato.
La matericità che rimane impressa nel manufatto lo dichiara quale espressione tangibile,  oggettivazione del processo creativo; è un dato rilevante che determina la natura delle sensazioni e ci permette di contemplare l’invisibile.
I processi della lavorazione della ceramica, che Daniela ha scelto quali canali espressivi elettivi, determinano una sorta di rituale che assume caratteristiche performative, assimilabili a quelle proprie dei riti sciamanici.
La materia trattata subisce processi alchemici che la trasformano e la trascendono.
Progettualità e caos si incontrano, si scontrano, si compenetrano, in una sinergia che diviene emanazione, metafora di vita, morte, rigenerazione.
La lavorazione manuale rifiuta e si svincola dai limiti strumentali di un tornio, dando la possibilità all’artista di esprimersi instaurando, con il modellato, un’intimità unica, grazie alla quale è egli stesso ad imprimersi nella materia veicolando un’impronta corporea, un respiro, la vita.
La fisicità, la potenza generativa letteralmente si incarnano.
E’una ceramica forgiata, la cui matrice è un percorso che porta la materia dallo shock alla poesia.
L’oggetto in sé  quasi si sottrae, divenendo una  struttura effimera che si fa ospite di un’ impulso poetico.

 Marta Murelli











Siamo lieti di ospitare ancora una volta un artista degno di nota come Daniela, con le sue sculture in ceramica raku nella mostra  fuocoterraria che inaugura giovedì 22 Novembre  alle ore 19,00 presso lo studio ildoppiosegno in via Selvanesco, 75 Milano.
Daniela Saponaro nasce professionalmente nel campo della moda con una sua azienda.
La sua curiosità e creatività la portano all'incontro quasi casuale con la
ceramica raku, antica arte giapponese del  XVI  secolo che letteralmente significa " gioia di vivere".
Segue poi la scoperta altre forme primitive di cottura antiche quali bucchero,
forno a segatura e altro.
La terra plasmata dalle mani parte dall'anima e prende vita nell'incontro col fuoco creando sculture.
In quell'istante iniziano a respirare ed e comunicare le sensazioni partite dal cuore e dalla mente, con
texture sempre diverse, dal profondo nero del bucchero alle luminescenze metalliche

Grazie...




A Irene , Sergio, Daniela, Ivana , Alfonso e amici, Carmelo, Vincio, Marta, Stefano e sua moglie a chi avrebbe voluto ma non ha potuto
In particolare a Franci e al suo pinot nero, Ennio per il sapiente impianto audio, Mario per le proiezioni multimediali, Lineoarredo che ha costruito le sedute della platea e naturalmente al maestro Raf e a Giuseppe ancora in pista nonostante i suoi 200 anni

lunedì 12 novembre 2012

serate in musica
































di Daniele Diena

Imparare ad ascoltare la musica nella sua più intima essenza. Sapere andare oltre le suggestioni sonore o dell’aria lirica famosa, capendo il perché della composizione musicale e cominciando a viverla nel contesto storico-culturale in cui è nata.
Per chi vuol provarci sono da non perdere i tre incontri col maestro Andrea Raffanini, in programma presso “Ildoppiosegno”, a partire da giovedì 15 novembre, alle 21.
Secondo direttore dell’Orchestra Sinfonica Città di Magenta, Raffanini, oltre ad aver diretto numerose altre orchestre italiane e straniere, da una dozzina d’anni incontra gli amanti della musica in teatri, biblioteche, scuole, per cercare di fornire quelle che lui chiama le “chiavi d’ascolto” giuste, per godere appieno della musica. “La musica è un linguaggio ricco e stratificato: per questo occorre una guida all’ascolto”. Armato di cd, video e soprattutto del suo ricco bagaglio culturale, costruito sul doppio binario delle lettere e della musica (oltre al diploma del Conservatorio ha una laurea in Lettere), Raffanini comincerà giovedì con “Inventare il Vero”, dedicato al Verdi del Rigoletto e della Traviata. Poiché è impossibile apprezzare appieno la lirica, senza conoscerne il contesto socio-culturale e il testo originale, Rigoletto sarà contestualizzato nella cultura del tempo di Verdi, nel Realismo che permeava la letteratura europea dell’Ottocento. Affondano qui le radici della modernità verdiana che mette, inaspettatamente per il pubblico dell’epoca, un poveraccio, Rigoletto, al centro della scena e, per renderlo il più vero possibile, lo fa addirittura parlare, recitare, anziché cantare. Rivoluzione anche nella forma scenica: quasi anticipando il moderno “flash back”, Verdi gira pagina sulla “scena chiusa”, usata ancora da Donizetti, e sviluppa il racconto con scene collegate senza soluzione di continuità.
“Il Barocco tra poesia e musica: la rinascita di Orfeo” è il titolo della seconda serata, in programma giovedì 29. Sarà una lezione molto colta sui madrigali, partendo dalla lettura dei testi del Petrarca, i preferiti nel ‘500, seguendo un percorso che, attraverso l’ascolto di diversi brani, farà apprezzare il mutare dell’espressività col cambiare dei testi: dal Petrarca e il Tasso, passando per il Marino per arrivare fino al Guarini e al Monteverdi, nel ‘600. 
Obiettivo: capire come si ascolta un madrigale, cominciando a conoscere gli strumenti tipici di questa musica popolare, dalle sonorità molto particolari.
Decisamente per raffinati l’ultima serata, “Amor che nella mente mi ragiona” che, il 13 dicembre, farà scoprire che, al di là della musica in senso stretto, c’è anche, a saperla ascoltare, una sorta di musica virtuale, nascosta tra le pagine migliori della letteratura. La dimostrazione verrà con la lettura di alcuni versi della Divina Commedia che il maestro Raffanini insegnerà a gustare a tre diversi livelli: la musicalità del linguaggio di Dante, quella dei mondi sonori dipinti dall’immaginazione dantesca, infine quella particolare musicalità - forse la più difficile da cogliere - che il poeta ottiene costruendo la sua opera nel rispetto della teoria musicale del suo tempo, che metteva al centro l’armonia.



venerdì 9 novembre 2012

Il linguaggio del cane
























E’ sempre un piacere promuovere iniziative che vedono impegnati professionisti con cui ildoppiosegno  ha avuto il privilegio di collaborare.
Domenica 18 novembre Elisa Marzola (consulente di zooantropologia applicata che ha collaborato con noi in occasione del workshop realizzato con United Pets) terrà un incontro sul tema: “il linguaggio del cane”.
L’appuntamento è  fissato per le ore 17.00 presso la libreria Feltrinelli Village di Cesano Boscone sita al piano terra del Centro Commerciale di via Don Sturzo.
Elisa avrà modo di illustrare i principi, le finalità e le modalità dell’approccio Cognitivo Zooantropologico Sistemico Integrato.
Uno strumento fondamentale per impostare una corretta educazione dei nostri animali domestici, un approccio che si basa su una relazione di fiducia uomo-animale, volto a prevenire, ed eventualmente a gestire, eventuali problemi comportamentali.
Il vostro cucciolo soffre di paure, fobie ansia da separazione?
Desiderate approfondire argomenti quali socializzazione, gestione del guinzaglio,gioco?
Vi aspettiamo!

Per ulteriori informazioni relative all’evento potete fare riferimento a:
-       punto vendita Feltrinelli 02-4580126
-       direttamente allo Staff della libreria
-       via mail CesanoBoscone@lafeltrinelli.it

Se desiderate contattare direttamente Elisa Marzola:
Consulente di Zooantropologia Applicata
Con approccio Cognitivo Zooantropologico Sistemico Integrato
Consulente educativo e riabilitativo nella relazione con il cane
Referee pet operator
Consulente di Zooantropologia Didattica
Tecnico Mobility Dog
cell 334\1453241

Marta

domenica 4 novembre 2012

serate in musica

Vi aspettiamo per la prima serata il 15 novembre presso ildoppiosegno design studio, con il maestro Raffanini,  per maggiori informazioni contattateci su info@ildoppiosegno.com